Gli Stati Uniti impongono sanzioni agli agenti filo-russi durante gli incontri in Ucraina, la Russia secondo i piani di Blinken

Gli Stati Uniti si preparano a imporre sanzioni finanziarie agli agenti filo-russi in Ucraina. Il segretario di Stato americano Anthony Blinken si sta recando in Europa per incontrare la leadership ucraina e il suo inviato russo, cosa che fa parte della diplomazia e della pressione, hanno affermato i funzionari statunitensi.

Mentre aumenta la pressione sugli Stati Uniti e sui suoi alleati europei affinché agiscano rapidamente Azione per impedire l’espansione russa, Funzionari hanno affermato che la mossa contro individui ucraini piuttosto che contro il governo russo sottolinea parte dell’interesse dell’amministrazione nel risolvere le rotte diplomatiche con Mosca. Gli Stati Uniti ei loro alleati attendono con impazienza il progresso diplomatico dopo le quattro Colloqui la scorsa settimana Non è riuscito a colmare il divario tra Mosca e l’Occidente.

Le sanzioni in sospeso per congelare i beni di almeno quattro persone che agiscono per conto della Russia potrebbero essere annunciate all’inizio di giovedì. Saranno un recente Stringa di azioni In base a un ordine esecutivo firmato dal presidente Biden lo scorso aprile volto a punire le persone coinvolte nell’occupazione straniera della Russia.

Il Dipartimento di Stato e il Tesoro hanno rifiutato di commentare.

“Stiamo facendo ogni sforzo per portare alla luce gli sforzi di disinformazione pro-Cremlino e per minare gli attuali sforzi di instabilità della Russia in Ucraina”, ha affermato un funzionario statunitense. “La Russia pone le basi per la volontà di creare un pretesto per l’invasione, compresi atti di sabotaggio, informazione e influenza”.

Rachel Siemba, un vice membro senior del New American Defense Center, ha affermato che la mossa è stata “un modo per segnalare preoccupazioni sulla mancanza di progressi della diplomazia, cercando allo stesso tempo di rimanere sincronizzati”.

All’indomani del conflitto sulla criminalità informatica, l’espulsione dei diplomatici e la crisi dell’immigrazione in Bielorussia, una struttura militare al confine ucraino sta ulteriormente destabilizzando le relazioni tra Russia e Stati Uniti. Il WSJ spiega cosa approfondisce il divario tra Washington e Mosca. Galleria fotografica / Video: Michael Ines Simon

“L’amministrazione statunitense sta prendendo di mira i funzionari filo-russi con sede in Ucraina, mentre allo stesso tempo cerca di mantenere un’unità ampia e concisa nel pacchetto”, ha aggiunto.

I funzionari statunitensi non hanno identificato le persone oggetto delle sanzioni. Dal 2014, Mosca provoca un conflitto separatista a est, con le forze alleate contro le forze governative di Kiev che fanno molto affidamento sugli ucraini di lingua russa. L’Ucraina ha anche accusato il Cremlino di utilizzare la sua vasta rete di agenzie per interrompere la pace e causare la secessione.

Negli ultimi mesi Mosca ha di stanza più di 100.000 soldati lungo il confine, progettando di invadere il suo vicino o creare una crisi per ottenere concessioni di sicurezza dall’Occidente. Anche la Russia sta spostando i carri armati, funzionari statunitensi e rapporti sui social media affermano che veicoli di fanteria, lanciarazzi e altre attrezzature militari si stavano spostando a ovest dalle loro basi in Estremo Oriente.

Gli Stati Uniti hanno spinto la Russia a disinnescare la situazione ritirando le truppe dal confine. La Russia ha affermato di avere il diritto di spostare truppe nel suo territorio e ha negato qualsiasi intenzione di invadere l’Ucraina. Ma lo ha Concessioni richieste Dall’Organizzazione del Trattato del Nord Atlantico, che ha effettivamente riscritto il sistema di difesa nel continente europeo del secondo dopoguerra.

Mercoledì il sig. Blingen incontrerà il presidente ucraino Volodymyr Zhelensky e il ministro degli Esteri Dmitry Kuleba a Kiev, a dimostrazione dell’impegno degli Stati Uniti per la sovranità dell’Ucraina. Sig. Blingen discuterà con i diplomatici statunitensi e le loro famiglie la pianificazione di emergenza del Dipartimento di Stato, se la Russia “sceglierà di aumentare ulteriormente”, ha affermato un alto funzionario del ministero degli Esteri. La situazione della sicurezza in Ucraina si sta deteriorando e gli Stati Uniti hanno avvertito gli americani di non recarsi lì, ha affermato il funzionario.

Il giorno successivo, il nuovo ministro degli Esteri tedesco, Annalena Berbach, ha invitato gli alleati a discutere i preparativi per l’occupazione dell’Ucraina, che potrebbe imporre “importanti conseguenze e gravi costi economici” alla Russia. I Blinken andranno a Berlino. Gli Stati Uniti stanno pesando su una serie di sanzioni e restrizioni alle esportazioni, mentre i funzionari statunitensi affermano che l’energia e le sanzioni più paralizzanti possono essere evitate.

Nonostante le ripetute assicurazioni da parte degli Stati Uniti e dei loro alleati europei che il destino dell’Ucraina non potrebbe essere discusso al tavolo senza Kiev, il presidente Zhelensky Messo da parte negli ultimi colloqui. Dei quattro round di colloqui della scorsa settimana, funzionari ucraini erano al tavolo solo giovedì nell’Organizzazione per la sicurezza e la cooperazione in Europa. Sig. Gli attuali ed ex consiglieri di Zhelensky affermano che Mosca non tratterà con il presidente ucraino perché ha rifiutato di accettare le richieste di Mosca come prezzo della pace.

A seguito delle visite della signora Berbaugh della Germania e di Melanie Jolie, ministro degli Esteri canadese, il sig. Visita alla Kiev di Blingen. All’inizio di questa settimana, un gruppo di senatori statunitensi ha invitato il sig. Incontrò Zhelensky e altri funzionari di alto rango a Kiev. Sen. Il panel, guidato da Rob Portman (R., Ohio), ha discusso, tra gli altri argomenti, dell’assistenza alla difesa degli Stati Uniti all’Ucraina.

Sig. Blinken ha parlato martedì con il ministro degli Esteri russo Sergei Lavrov e i due si incontreranno venerdì a Ginevra, segno che le speranze in una soluzione diplomatica al conflitto in Ucraina non si sono esaurite, ha affermato un alto funzionario degli esteri.

Martedì la Casa Bianca ha classificato l’escalation della situazione della sicurezza al confine con l’Ucraina come “estremamente pericolosa”.

“La Russia è sul punto di lanciare un’offensiva in Ucraina da un momento all’altro”, ha affermato la portavoce della Casa Bianca Jen Psaki. Ha anche avvertito che la Russia avrebbe affrontato “gravi conseguenze” se avesse invaso l’Ucraina.

Sig. Lavrov ha dichiarato martedì che non vedeva l’ora di rispondere alle richieste avanzate agli Stati Uniti e alla NATO alla fine dello scorso anno, che richiedevano garanzie legali sostenibili per garantire la sicurezza della Russia, ha affermato il ministero degli Esteri.

Venerdì il ministro degli Esteri russo Sergei Lavrov incontrerà il segretario di Stato americano Anthony Blingen a Ginevra.


Foto:

Janine Schmidts / Zuma Press

“Riaffermiamo l’urgenza con cui Washington è tenuta a fornire quanto prima commenti articolo per articolo sulla carta, in particolare sui documenti a cui si fa riferimento”, si legge nella nota.

Sig. Lavrov ha invitato i principali diplomatici statunitensi a “non ripetere le speculazioni sull’imminente occupazione russa, ma a costringere i funzionari a Kiev ad attuare pienamente gli accordi di Minsk”.

Gli accordi di Minsk raggiunti dopo che la Russia ha annesso la penisola di Crimea nel 2014 e provocato un conflitto separatista in Ucraina, includono le elezioni locali nell’isolata regione ucraina del Donbass, il ritiro delle truppe armate straniere e il ritorno del controllo del confine con la Russia sotto il controllo ucraino. , Tra gli altri punti.

La Russia vuole che la NATO abbandoni la futura espansione in Ucraina e altri paesi dell’ex Unione Sovietica, proibisca le relazioni di alleanza con l’Ucraina e l’ex Unione Sovietica e limiti le posizioni militari nel territorio dei membri dell’Europa orientale dell’alleanza.

L’amministrazione Biden ha rifiutato l’intervento militare diretto degli Stati Uniti in Ucraina, ma il sig. Se Blingen invaderà l’Ucraina, cercherà il sostegno europeo per un pacchetto di embargo significativo. I paesi europei hanno legami economici e finanziari con Mosca più stretti rispetto agli Stati Uniti, che potrebbero subire danni più paralleli da eventuali sanzioni, che potrebbero ostacolare l’accordo sulla sincronizzazione tra Stati Uniti ed Europa, hanno affermato i funzionari europei.

Scrivere a Vivian Salama a vivian.salama@wsj.com e William Maltin a William.mauldin@wsj.com

Copyright © 2022 Dow Jones & Company, Inc. Tutti i diritti riservati. 87990cbe856818d5eddac44c7b1cdeb8

READ  Macron ha rifiutato il test COVID russo nel viaggio di Putin per timori di furto del DNA - fonti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.