La polizia della Virginia afferma che “l’assassino di carte della spesa” potrebbe essere collegato alla quinta morte, identificando due vittime

La polizia venerdì ha rilasciato i nomi di tre e quattro donne vittime che si dice siano state vittime in North Virginia. “Assassino del carrello della spesa” Dissero che poteva essere legato a una quinta vittima a Washington, DC.

Il capo della polizia della contea di Fairfax, Kevin Davis, ha dichiarato in una conferenza stampa venerdì sera che le prove del DNA hanno aiutato a identificare Sean Brown, 29 anni, di Washington, DC, e Stephanie Harrison, 48 anni, di Reding, California.

Il 15 dicembre, la polizia ha detto che i loro resti sono stati trovati in un container vicino al Moon Inn Hotel ad Alexandria, in Virginia. C’era un carrello della spesa nelle vicinanze.

Anthony Eugene Robinson, 35 anni, è il principale sospettato della morte di Brown e Harrison, ha detto Davis, ma non è stato accusato. Davis ha detto che si aspetta accuse penali in futuro.

“Robinson è stata l’ultima persona vista viva con la catena”, ha detto Davis.

nov. La Robinson è stata accusata in relazione all’omicidio di altre due donne, Aline Elizabeth “Beth” Redmon, 54 anni, e Donita Larris Smith, 39 anni, che sono state trovate in una zona commerciale di Harrisonburg in Virginia il 23.


Gli investigatori che lavorano nel caso Harrisonburg hanno affermato che i video di sicurezza e i dati del telefono cellulare hanno messo il sospetto prima della morte di Redmon e Smith.

“Ha preso i corpi di queste donne in un carrello della spesa”, ha detto Davis venerdì. “Riteniamo che abbia caricato una delle vittime nella nostra contea di Fairfax in un carrello della spesa”.

Il maggiore della polizia della contea di Fairfax Ed O’Carroll ha affermato che la quinta potenziale vittima trovata in un carrello della spesa coperto da una coperta a Washington, DC, potrebbe essere collegata alle accuse contro Robinson.

READ  40 La migliore bici 18 pollici del 2022 - Non acquistare una bici 18 pollici finché non leggi QUESTO!

“Si basa su prove digitali, che mettono la vittima nelle stesse vicinanze in cui si trovava al momento della sua scomparsa”, ha detto O’Callagher in una conferenza stampa.

Indaga la Polizia Metropolitana.

La polizia ha affermato che altre vittime, comprese le donne sfuggite agli attacchi, potrebbero essere state legate al presunto spray. Il sospetto ha usato Plenty of Fish e ha taggato le app di appuntamenti per “attirare vittime”, e Davis ha detto di aver incontrato Brown su una piattaforma del genere.

L’avvocato di Robinson, Louis K. Nagy non ha risposto immediatamente a una richiesta di commento.

La famiglia di Brown ha detto che era incinta Ha lasciato un figlio di 7 anni Quando è morta.

Sua madre ha parlato con gli investigatori della sua personalità, ha detto Davis.

“Voleva che tutti sapessero che Cheyenne aveva un grande cuore e che credeva che tutti fossero suoi amici”, ha detto.

La figlia di Harrison ha detto agli investigatori che “sua madre era una madre amorevole e una bisnonna”.

Secondo Davis, “era una persona molto gentile che aiutava tutti e ti dava il suo ultimo centesimo”.

O’Carroll ha detto che non è chiaro se Harrison abbia incontrato il sospetto online, ma gli investigatori vorrebbero parlare con chiunque lo abbia contattato su siti di incontri perché potrebbero avere informazioni “importanti” sul caso.

I detective vogliono parlare con le persone che lo hanno incontrato nella zona o che sono state con lui al Moon Inn.

La polizia ha detto che i resti sono stati trovati in un container vicino a un carrello della spesa in una “zona boschiva isolata”.Dipartimento di polizia della contea di Fairfax.

I registri indicano che Brown rimase al Robinson Hotel il giorno della sua scomparsa e in altri cinque eventi, ha detto Davis.

READ  L'Agenzia internazionale per l'energia atomica afferma che l'Ucraina ha chiesto aiuto per salvaguardare gli impianti nucleari

“Questo caso non riguarda i veicoli commerciali”, ha detto O’Carhol. “Riguarda il serial killer che ha tolto la vita a donne innocenti”.

Robinson, che è indicato come residente a Washington, DC, è detenuto nella prigione regionale di Rockingham-Harrisonburg con due accuse di omicidio e due di smaltimento di resti umani in connessione con la scoperta dei resti di Redmon e Smith. Ha detto la polizia.

Gli investigatori della contea di Fairfax sono stati in contatto con altre 35 forze dell’ordine nella regione per determinare se eventuali casi irrisolti, comprese le donne scomparse, sono compatibili con le accuse nel caso del carrello della spesa.

A dicembre, Davis ha descritto l’attività del sospetto come “siti di incontri, motel, shock contundente, carrello della spesa, luogo di riposo finale”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.