Live News: Hong Kong vieterà i voli passeggeri da Stati Uniti, Regno Unito e Australia

Il tennista serbo Novak Djokovic è stato escluso dagli Australian Open di questo mese a Melbourne, provocando una risposta rabbiosa da parte delle autorità sanitarie e dei residenti.

Tennis Australia ha annunciato che Djokovic, il campione in carica dell’Australian Open, ha ottenuto un’esenzione medica a seguito di un “rigoroso processo di revisione” da parte di un gruppo di due esperti medici indipendenti, tra cui uno nominato dal Victoria Health Department.

Il soldato 34enne si è rifiutato di confermare il suo stato di vaccinazione, ma si è pubblicamente opposto alle vaccinazioni obbligatorie.

Craig Tyle, direttore degli Australian Open, ha sottolineato che tutti i giocatori, i fan e lo staff del tennis devono essere completamente vaccinati.

Ha detto a Broadcaster 9 News che alcuni candidati, incluso Djokovic, erano esentati dal rispetto di altre voci non vaccinate che entravano in Australia dopo il processo di revisione, che è andato “al di sopra e al di là”. “Alla fine è stata la decisione dei professionisti medici”, ha detto.

Ciò ha provocato una forte reazione nello stato di Victoria, che ospita tornei di tennis, che è recentemente uscito dalle restrizioni di lockdown più severe del mondo e il governo ha ordinato ad alcuni lavoratori di essere completamente vaccinati.

Stephen Burns, medico ed ex vicepresidente dell’Australian Medical Association, ha dichiarato sui social media che la decisione di consentire a Djokovic di pagare ha inviato “un terribile messaggio a milioni” volto a ridurre il rischio di Covit-19. “Non mi interessa quanto sia bravo un tennista. Se rifiuta di essere vaccinato, non dovrebbe essere ammesso all’interno “, ha detto.

READ  Sparatoria a giovani delfini: le autorità centrali e locali ne arrestano 2 in relazione alla sparatoria di rapper

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *