Rimossa la statua della “Ballard of Shame” nella famosa piazza Tiananmen di Hong Kong

La scultura “Pilastro della vergogna” è in memoria delle vittime da più di 20 anni. 1989 Massacro di piazza Tienanmen, In cui le lotte degli studenti universitari di Pechino sono state represse dall’esercito cinese con forza micidiale.
Su una piattaforma all’università Hong KongNel campus (HKU), una statua alta 8 metri di resti umani decomposti è uno degli ultimi monumenti iconici alle vittime della sanguinosa oppressione. Sopra Hong Kong Suolo.

Ma a mezzanotte di giovedì, sono state erette barriere di costruzione gialle intorno alla statua e si sono sentiti crepe e rumori di demolizione mentre la scultura veniva rimossa nell’oscurità.

Le immagini scattate durante i lavori di rimozione mostrano i lavoratori che avvolgono la statua in una pellicola protettiva e la sollevano in due parti separate su una gru all’esterno dei locali. Il Consiglio HKU, l’organo di governo dell’università, ha dichiarato in una dichiarazione che la scultura sarebbe stata conservata.

Due bambini vedono la statua del “Pilastro della vergogna” nel campus dell’Università di Hong Kong a Hong Kong il 15 ottobre 2021. debito: Louise Delmotte/Getty Images AsiaPac/Getty Images

Giovedì mattina, un testimone ha affermato che il sito della scultura era ormai vuoto e si potevano vedere gli studenti piangere nel campus dopo la sua rimozione. La CNN ha accettato di non rilasciare il nome di questo testimone per paura che la persona potesse essere oggetto di ritorsioni da parte delle autorità.

Dall’entrata in vigore del National Security Act a Pechino nel 2020, i timori di vendetta sono stati comuni tra coloro che si pronunciano contro le autorità di Hong Kong. Resterà in carcere a vita.

Il Consiglio HKU ha dichiarato in una dichiarazione che è stato “eliminato sulla base di consulenza legale esterna e valutazione del rischio nel migliore interesse dell’università”.

READ  Annunci dal vivo del governo: notizie Omigron, vaccini e altro

La scultura nell’edificio Hawking Wong dell’università fa parte di una serie di opere dell’artista danese Jens Calciot, creata nel 1997 – Hong Kong torna in Cina dopo oltre 150 anni di dominio britannico. L’iscrizione sulla scultura recita: “Gli anziani non possono uccidere i giovani per sempre” ed è stata costruita per “creare un avvertimento e un promemoria per la gente di un evento vergognoso che non accadrà più”, come spiegato sul sito web di Galschiøt.

Per tre decenni, Hong Kong è stato l’unico paese in Cina a tenere eventi annuali di sensibilizzazione di massa il 4 giugno 1989, segnando eventi in ed intorno a Piazza Tiananmen.

Clamtown è uno degli argomenti più pesantemente censurati nella Cina continentale e le discussioni al riguardo vengono spazzate via dai mass media. I funzionari cinesi non hanno rilasciato un bilancio ufficiale delle vittime, ma le stime vanno da diverse centinaia a migliaia.

Le guardie stanno di fronte alle barricate installate a un'altezza di 26 piedi "Pilastro della vergogna."

Le guardie di sicurezza stanno di fronte alle barricate erette intorno al “pilastro della vergogna” alto 26 piedi. debito: Peter Parks/AFP/Getty Images

Dopo la consegna del 1997, ha continuato a sensibilizzare l’opinione pubblica e monumenti simili come cartina di tornasole per l’attuale autonomia e indipendenza democratica di Hong Kong, come promesso nella sua costituzione de facto.

Tuttavia, sulla scia del National Security Act, molti importanti politici e attivisti pro-democrazia sono imprigionati Oppure ha lasciato la città e numerosi gruppi della società civile sono stati sciolti.
Le ultime due veglie del 4 giugno sono state bloccate dalla polizia citando i controlli sul virus corona. In seguito ci furono attivisti di spicco, tra cui Joshua Wong e il magnate dei media Jimmy Loy È stato imprigionato per aver partecipato In occasione di eventi commemorativi nel 2020.
Il Museo di Hong Kong dedicato alle vittime il 4 giugno Costretto a chiudere All’inizio di quest’anno, ha spostato la sua intera raccolta online, citando la “repressione politica”.
Una guardia di sicurezza si trova di fronte al container della nave e sorveglia le guardie di sicurezza "Pilastro della vergogna" All'Università di Hong Kong, la scultura è stata rimossa.

Quando la scultura viene rimossa all’Università di Hong Kong, la guardia di sicurezza si erge come una barriera di fronte al container di una nave e le guardie di sicurezza si ergono come una “colonna della vergogna”. debito: Peter Parks/AFP/Getty Images

READ  Bernie Sanders: Paga meglio i tuoi dipendenti. Warren Buffett: Non è il mio lavoro

Dopo la notizia dello smantellamento della scultura, l’artista Calciot ha scritto sul suo account Twitter: “Sono scioccato nel vedere che l’Università di Hong Kong sta attualmente distruggendo un pilastro di disgrazia. È assolutamente ingiusto e un’auto-immolazione contro la proprietà privata. ad Hong Kong.”

“Incoraggiamo tutti noi ad andare all’Università di Hong Kong e documentare tutto ciò che accade con la scultura”, ha aggiunto in una nota. Abbiamo fatto tutto il possibile per dire all’Università di Hong Kong che vogliamo davvero portare la scultura in Danimarca”.

Nella sua dichiarazione, il Consiglio HKU ha affermato che “nessuna parte ha ottenuto il permesso dall’Università di collocare questa statua nel campus e che l’Università si riserva il diritto di intraprendere le azioni appropriate per affrontarla in qualsiasi momento”.

Uno sguardo più da vicino "Pilastro della vergogna."

Una visione intima del “Pilastro della vergogna”. debito: Louise Delmotte/Getty Images AsiaPac/Getty Images

Ha aggiunto: “L’università è anche preoccupata per i problemi di sicurezza posti da una statua debole.

Sono già in corso sforzi per preservare la memoria della scultura Lady Liberty Hong Kong da un gruppo di appassionati d’arte che ha creato un modello 3D utilizzando più di 900 foto in ottobre.

“L’idea è che tutti possano stampare una copia e metterla dove vogliono”, ha affermato Alex Lee, il fondatore del gruppo. “Nell’era digitale, non c’è limite a ciò che si può fare con oggetti virtuali o fisici: (si spera) tutti dovrebbero cercare di proteggere questo simbolo”.

Gli operai rimuovono una parte "Pilastro della vergogna" Statua in un container all'Università di Hong Kong il 23 dicembre.

Il 23 dicembre, i lavoratori hanno rimosso una parte della statua del “Pilastro della vergogna” in un container dell’Università di Hong Kong. debito: Anthony Quan / Getty Images

Domenica, la prima elezione dell’Assemblea “Solo patrioti cinesi” di Hong Kong è stata testimoniata da A.J. Record di bassa affluenza, Riflette il forte calo dell’impegno civico e politico in seguito alla trasformazione della città del processo elettorale di Pechino all’inizio di quest’anno.

Dopo il voto, l’amministratore delegato di Hong Kong Gary Lam si è recato a Pechino per incontrare il presidente cinese Xi Jinping, che ha sostenuto la sua amministrazione e lo ha elogiato per aver spostato la città “dal caos all’ordine”, secondo la dichiarazione del governo dell’incontro.

READ  NOI. L'ordine di vaccinazione del governo 19 è stato ripreso, scatenando il conflitto della Corte Suprema

Con appena il 30,2% dei voti alle elezioni – una “vittoria”, ha affermato Xi, “la città ha compiuto costanti progressi nella promozione del realistico sviluppo democratico di Hong Kong”.

“I diritti democratici dei compagni di Hong Kong sono stati dimostrati”, ha detto Ji.

Molti attivisti di Hong Kong che sono fuggiti all’estero hanno bollato l’elezione – in cui i potenziali candidati sono stati prima selezionati dal governo – facendo eco alle critiche di molti gruppi per i diritti e osservatori internazionali che si tratta di un “falso”.

Immagine in alto: i lavoratori rimuovono parte del “Pilastro della vergogna” in un container presso l’Università di Hong Kong il 23 dicembre 2021.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *