Terme Vigliatore, lottizzazione della Coop. Stella Cometa: tutti assolti

Terme Vigliatore, lottizzazione della Coop. Stella Cometa: tutti assolti

Tutti assolti dal collegio giudicante del Tribunale di Barcellona Pozzo di Gotto con formula piena gli imputati accusati di abuso d’ufficio per una lottizzazione portata avanti dalla cooperativa “Stella Cometa 88” e dalla ditta “Villa romana srl”, che avevano come intenzione la realizzazione di 12 villette nella zona di San Biagio.
Indagati erano finiti Vincenzo Torre, responsabile dell’ufficio tecnico del comune di Terme Vigliatore, Mario Tomasino, all’epoca commissario ad acta dello stesso Comune, Adolfo Miano, progettista della cooperativa, Antonino Prinzi, comandante della polizia municipale e legale rappresentante della cooperativa fino al 10 settembre 2013 insieme a Michelangelo Alessandro, e Domenico Quinti, legale rappresentante della Villa Romana.

Il periodo di riferimento dei fatti tra il 2011 e 2015,  quando le autorità eseguirono il sequestro preventivo.

Il pubblico ministero aveva chiesto la condanna per tutti ad un anno e 8 mesi e 15 mila euro di ammenda. I giudici del collegio penale hanno assolto tutti dall’accusa di abuso d’ufficio perché il fatto non sussiste. La richiesta del pm era stata di condanna per tutti ad anni 1 mesi 8 e 15 mila euro di ammenda, mentre per Alessandro a 2 mesi.
Nel processo impegnati legali Antoniele Imbesi, Filippo Barbera, Tommaso Calderone e Franco Puliafito

arcigrazia@alice.it'

Scritto da 

Articoli simili