Progetti utilità collettiva per i percettori del Reddito di cittadinanza, il movimento “Vento dello Stretto”: “L’amministrazione comunale ci ha ascoltato ma non ci ha risposto”

Progetti utilità collettiva per i percettori del Reddito di cittadinanza, il movimento “Vento dello Stretto”: “L’amministrazione comunale ci ha ascoltato ma non ci ha risposto”

L’amministrazione comunale ci ha ascoltato ma non ci ha risposto, va bene comunque! Abbiamo protocollato – con pec inoltrata il 24 giugno scorso che alleghiamo – una nota con la quale richiedevamo all’Amministrazione De Luca di predisporre senza indugio i PUC, i progetti utili alla collettività così da permettere ai percettori del RdC di svolgere lavori socialmente utili. Non abbiamo mai ricevuto alcuna risposta ma a quanto pare l’idea è piaciuta alla Giunta.” ha dichiarato Dario Carbone, Vice Presidente del “Vento dello Stretto. “Siamo contenti che l’Amministrazione Comunale – evidentemente condividendone lo spirito – abbia finalmente reso possibile il fatto che, come da noi suggerito tempo addietro, i percettori del reddito di cittadinanza, nell’attesa di trovare una occupazione, diano il loro contributo alla comunità mediante lo svolgimento di lavori socialmente utili in ambito culturale, sociale, artistico, ambientale, formativo e di tutela dei beni comuni. E’ giusto che chi riceve un sussidio dallo Stato restituisca con il proprio lavoro alla Comunità quanto ricevuto” aggiunge Piero Adamo, Presidente del “Vento dello Stretto”.

 

redazione@telemessina.it'

Scritto da 

Articoli simili