Biden vede la Russia muoversi in Ucraina, seminando dubbi nella risposta occidentale

  • Biden raccomanda una punizione minore per la “piccola infiltrazione” della Russia
  • La Casa Bianca cerca di chiarire le opinioni di Biden
  • Il presidente degli Stati Uniti apre il terzo vertice con Putin

WASHINGTON / KYVE, 20 gennaio (Reuters) – Il presidente degli Stati Uniti Joe Biden mercoledì ha predetto che la Russia avrebbe preso provvedimenti contro l’Ucraina, dicendo che la Russia avrebbe pagato di più per un’invasione su vasta scala, ma che “piccole incursioni potrebbero essere meno costose”. . “

Le osservazioni di Biden in una conferenza stampa alla Casa Bianca hanno suscitato incertezza su come l’Occidente avrebbe reagito se il presidente russo Vladimir Putin avesse ordinato un’invasione dell’Ucraina, spingendo la Casa Bianca a chiarire cosa intendesse Biden.

“Suppongo che entrerà”, ha detto Biden in una conferenza stampa su Putin. “Deve fare qualcosa.”

Iscriviti ora per l’accesso gratuito illimitato a Reuters.com

“La Russia sarà ritenuta responsabile se invade – dipende da cosa fa. Se è una piccola intrusione è una cosa, dobbiamo combattere su cosa fare, cosa non fare e così via”, ha detto Biden. “Ma se fanno davvero quello che possono… se occuperanno ulteriormente l’Ucraina sarà un disastro per la Russia”.

Funzionari russi hanno negato i piani per una nuova invasione, ma il Cremlino ha schierato circa 100.000 soldati vicino al confine con l’Ucraina, con le nazioni occidentali che affermano che l’Ucraina si sta preparando alla guerra per impedirle di aderire all’alleanza di sicurezza NATO-occidentale.

Poco dopo la fine della conferenza stampa di due ore, la Casa Bianca ha sottolineato che il trasferimento dell’esercito russo in Ucraina riceverà una dura risposta.

READ  Il giudice ordina che l'Ambassador Bridge sia autorizzato; Il premier dell'Ontario Doug Ford dichiara lo stato di emergenza durante le proteste dei camion "Freedom Convoy".

“Se qualche forza militare russa attraversa il confine con l’Ucraina, si verificherà una rinnovata invasione e dovrà affrontare una rappresaglia rapida, dura e unita da parte degli Stati Uniti e dei nostri alleati”, ha affermato la portavoce della Casa Bianca Zhen Zhaki.

Ma ha detto che gli attacchi informatici e le tattiche paramilitari della Russia avrebbero incontrato “una risposta decisa, reciproca e unita”.

Il Dipartimento di Stato americano ha approvato la spedizione di missili e altre armi di fabbricazione statunitense in Ucraina da Lituania, Lettonia ed Estonia. Per saperne di più

Una delle fonti ha affermato che gli accordi di scambio di terze parti consentirebbero all’Estonia di scambiare missili anticarro Javelin ucraini, mentre la Lituania consentirebbe i missili Stinger.

I repubblicani erano preoccupati per i commenti di Biden.

“Qualsiasi incursione dell’esercito russo in Ucraina dovrebbe essere vista come una grande incursione perché destabilizzerebbe l’Ucraina ei paesi che vogliono l’indipendenza nell’Europa orientale”, ha affermato il senatore repubblicano Rob Portman.

Culminerà in “una possibilità”

Il 17 gennaio 2022, i cecchini prendono parte a un’esercitazione militare presso il poligono di tiro delle forze armate ucraine nella regione di Donetsk in Ucraina. REUTERS/Anna Kudriavtseva

Biden ha affermato che un terzo vertice con Putin è “ancora possibile” dopo che i due leader si sono incontrati due volte l’anno scorso. Ha espresso preoccupazione per il fatto che un conflitto in Ucraina potrebbe avere implicazioni di vasta portata e “sfuggire di mano”.

Parlando a lungo con i giornalisti della minaccia di rovesciare la sua presidenza, Biden ha detto che sperava che Putin mettesse alla prova i leader occidentali. Ha detto che la risposta a qualsiasi invasione russa dipenderà dalla portata delle azioni di Mosca e dal fatto che gli alleati degli Stati Uniti stiano litigando su come reagire.

READ  La Russia chiede alla Cina assistenza militare nella guerra con l'Ucraina, affermano i funzionari statunitensi

Il presidente degli Stati Uniti ha affermato che Biden e il suo team hanno preparato una vasta gamma di sanzioni e altre sanzioni da imporre alla Russia in caso di invasione e che le società russe potrebbero perdere la capacità di utilizzare il dollaro USA.

Premendo su quella che ha definito “piccola infiltrazione”, Biden ha affermato che Putin stava facendo esattamente ciò che gli alleati della NATO non si erano uniti, che c’erano “differenze” tra loro e che stava cercando di garantire che “tutti ci fossero”. Stessa pagina.”

“Le grandi nazioni non possono essere ingannate dal numero uno. Numero due, l’idea che faremo qualsiasi cosa per dividere la NATO… sarebbe un grosso errore. Quindi la domanda è: si tratta di un’invasione significativa o… Questo è il cosa decente da fare, e dovrebbe finire qui”.

Biden ha detto che Putin gli aveva assicurato due cose: che l’Ucraina non avrebbe mai aderito alla NATO e che le armi “strategiche” o nucleari non sarebbero mai state fermate sul suolo ucraino.

I funzionari statunitensi vedono l’espansione della NATO come una non iniziazione, ma Biden ha notato che le possibilità dell’Ucraina di entrare presto a far parte della coalizione sono basse e che potrebbe esserci un accordo sul fatto che le nazioni occidentali non manterranno le forze nucleari in Ucraina.

“Possiamo lavorare su qualcosa nel secondo tempo”, ha detto Biden dell’atteggiamento della Russia.

Il Segretario di Stato Usa in visita a Kiev per esprimere sostegno Antonio Sbattere Con un “brevissimo preavviso” la Russia ha detto che potrebbe lanciare una nuova offensiva contro l’Ucraina, ma Washington avrebbe perseguito la diplomazia come meglio poteva, non sapendo cosa volesse veramente Mosca.

READ  40 La migliore carrelli portautensili del 2022 - Non acquistare una carrelli portautensili finché non leggi QUESTO!

Il Cremlino ha affermato che le tensioni intorno all’Ucraina stanno aumentando e che sta ancora aspettando una risposta scritta degli Stati Uniti alle sue più ampie richieste di garanzie di sicurezza occidentali, compreso l’arresto dell’espansione della NATO e il ritiro delle forze della coalizione dai paesi alleati dell’Europa centrale e orientale. 1997.

I rapporti di una spaccatura tra Stati Uniti e Russia prima dei colloqui tra Blingen e il ministro degli Esteri russo Sergei Lavrov di venerdì hanno evidenziato dichiarazioni pessimistiche, affermando che un analista di politica estera russo era “l’ultima tappa prima dell’incidente ferroviario”.

La Russia ha spostato truppe dal nord, est e sud alla Bielorussia per le cosiddette esercitazioni militari congiunte, dandogli la possibilità di attaccare la vicina Ucraina. Per saperne di più

Ha sostenuto le forze separatiste che otto anni fa occuparono la Crimea e prese il controllo di gran parte dell’Ucraina orientale, ma ora continua a negare qualsiasi intenzione di invadere.

Il portavoce del Cremlino Dmitry Peskov ha accusato le forniture di armi occidentali all’Ucraina, le manovre militari e gli attacchi aerei della NATO per l’aumento delle tensioni intorno all’Ucraina.

Iscriviti ora per l’accesso gratuito illimitato a Reuters.com

Report di Alexandra Albert e Steve Holland a Washington e Simon Lewis a Kiev; Segnalato da Matthias Williams, Pavel Polytech e Natalia Synets a Kiev, Tom Palmford e Dmitry Antonov a Mosca, Benoit von Overstretten, Miriam Rivet e Donkey Salmon a Parigi, Susan Heavy, Daphne Saladhkim, Tim, Timmons a Washington; Scritto da Mark Travelian e Arshad Mohammed; Montaggio Howard Goller

I nostri standard: Principi di fiducia di Thomson Reuters.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.