C’è una situazione di stallo tra le forze ucraine e russe intorno alla città meridionale di Mykolaiv, afferma il funzionario

La linea di deconflizione stabilita questa settimana tra gli Stati Uniti e la Russia è un “livello di deconflizione tra Stati Uniti e Russia”, ha affermato venerdì il portavoce del Pentagono John Kirby durante un briefing al Pentagono.

La linea è gestita dal Comando Europeo degli Stati Uniti del Gen. Tod Wolters, il comandante del comando europeo degli Stati Uniti,

“Viene amministrato come un livello di deconflitto bilaterale tra Stati Uniti e Russia, ecco perché viene gestito dal quartier generale del comando europeo degli Stati Uniti e non dal Gen. Wolters sotto il suo cappello della NATO “, ha detto Kirby.

Kirby ha affermato che la linea di deconflitto è preziosa “per ridurre i rischi di errori di calcolo e per essere in grado di comunicare in tempo reale, se necessario, in particolare ora che lo spazio aereo sopra l’Ucraina è conteso da aerei sia russi che ucraini”.

La linea telefonica è “a un livello operativo inferiore”, ha detto Kirby.

“E ‘fondamentalmente composto da ufficiali a livello di personale lì presso il quartier generale del comando europeo”, ha continuato.

Più sfondo: La linea telefonica di deconflitto che è stata istituita questa settimana tra gli Stati Uniti e la Russia ha funzionato nella sua configurazione iniziale, ha detto ai giornalisti venerdì un alto funzionario della difesa degli Stati Uniti.

La linea telefonica ha funzionato nella chiamata di prova iniziale che gli Stati Uniti hanno fatto alla Russia, ha detto il funzionario.

“È a posto, i russi lo hanno riconosciuto, nel nostro test iniziale hanno risposto al telefono, quindi sappiamo che sanno chi sta chiamando e che almeno, in termini di avvio iniziale, l’impostazione su di esso, ha funzionato e hanno risposto alla linea “, ha detto il funzionario.

READ  L'aumento dei casi di Omigron ha accorciato i periodi di isolamento dei CDC

L’istituzione dell’accordo è stata particolarmente degna di nota perché fino ad ora funzionari del Pentagono hanno affermato di non aver avuto comunicazioni dirette con le controparti russe dall’invasione.

C’era stato uno sforzo per stabilire la linea di comunicazione dalla fine del mese scorso. Il segretario alla Difesa Lloyd Austin ha parlato l’ultima volta con il ministro della Difesa russo Sergey Shoygu il 12 febbraio. 18. I due hanno parlato anche una settimana prima. Il presidente dei capi congiunti gen. Mark Milley ha parlato l’ultima volta con il capo di stato maggiore russo gen. Valery Gerasimov il 2 febbraio 11°.

Gli Stati Uniti hanno specificamente rifiutato qualsiasi no-fly zone sull’Ucraina dicendo che metterebbero i piloti statunitensi in uno scenario di combattimento per far rispettare un tale piano. Ma la porta non è chiusa su un potenziale futuro corridoio umanitario aereo per garantire il volo sicuro dei rifornimenti di soccorso, gli ostelli cessano, affermano i funzionari.

Un protocollo di deconflitto esiste da diversi anni tra le forze statunitensi e russe in Siria. Per la maggior parte ha funzionato, anche se i funzionari statunitensi si sono lamentati in diverse occasioni del fatto che i russi non hanno avvertito abbastanza in anticipo delle loro operazioni. Gli Stati Uniti non forniscono informazioni dettagliate alla Russia, ma le hanno notificate di recente quando gli aerei statunitensi avrebbero operato in una vasta area a nord-est della Siria.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.