Gli Stati Uniti prorogano il mandato per la maschera di transito per aeroplani fino al 18 aprile

WASHINGTON, 10 marzo (Reuters) – L’amministrazione del presidente Joe Biden estenderà i requisiti per i viaggiatori di indossare mascherine su aerei, treni e negli hub di transito fino al 18 aprile mentre le autorità sanitarie pubbliche esamineranno quando i requisiti delle mascherine dovrebbero essere aboliti, ha confermato la Casa Bianca.

La mossa estende di un mese gli attuali requisiti che sarebbero scaduti il ​​18 marzo.

La Transportation Security Administration (TSA) e i Centers for Disease Control and Prevention (CDC) hanno dichiarato giovedì che il CDC lavorerà con altre agenzie governative “per aiutare a informare un quadro politico rivisto per quando e in quali circostanze, le maschere dovrebbero essere richieste in il corridoio dei trasporti pubblici».

Registrati ora per un accesso illimitato GRATUITO a Reuters.com

L’estensione TSA arriva su raccomandazione del CDC. La compagnia aerea e alcuni funzionari del governo ritengono che questa potrebbe essere l’ultima estensione a livello nazionale dei requisiti della maschera.

Il mese scorso le compagnie aeree e i gruppi di viaggio hanno chiesto all’amministrazione entro il 18 marzo di “abrogare il mandato federale sulla maschera per i trasporti pubblici o fornire una tabella di marcia chiara per rimuovere il mandato della maschera entro 90 giorni”.

I requisiti della maschera hanno provocato un attrito significativo sugli aerei statunitensi. La Federal Aviation Administration afferma che da gennaio 2021 sono stati segnalati un record di 6.800 incidenti con passeggeri indisciplinati e il 70% riguardava regole di mascheramento.

Il mese scorso il CDC ha allentato le sue linee guida per indossare le maschere. Le agenzie governative degli Stati Uniti hanno abbandonato i requisiti di maschera negli edifici federali nell’area di Washington e in altri luoghi con livelli bassi o medi di COVID-19.

READ  Aggiornamenti in tempo reale: la Russia invade l'Ucraina
FILE PHOTO: I viaggiatori effettuano il check-in all’aeroporto internazionale John F. Kennedy durante la diffusione della variante del coronavirus Omicron nel Queens, New York City, USA, 26 dicembre 2021. REUTERS / Jeenah Moon / File Photo

Il CDC ha affermato la scorsa settimana che il 93% della popolazione statunitense si trova in un luogo in cui i livelli di COVID sono sufficientemente bassi da impedire alle persone di indossare maschere.

La United Airlines ha dichiarato giovedì che consentirà a 2.200 lavoratori non vaccinati di tornare alle loro normali posizioni mentre la pandemia si allontana.

L’amministrazione sta anche valutando la revoca dei requisiti per cui i visitatori internazionali ottengono un test COVID-19 negativo entro un giorno di viaggio, hanno affermato i funzionari, poiché molti paesi hanno abbandonato i requisiti di test. L’amministrazione richiede che i viaggiatori aerei stranieri siano vaccinati.

Giovedì, 31 senatori repubblicani hanno chiesto all’amministrazione di porre fine ai requisiti di mascherina e test pre-partenza. “È tempo che il governo federale riconosca questa realtà, segua la scienza e riduca o elimini immediatamente queste restrizioni”, ha affermato il senatore Roger Wicker.

L’attuale ordine di transito del CDC, in vigore da subito dopo l’insediamento di Biden nel gennaio 2021, è stato precedentemente prorogato tre volte e richiede che tutti i viaggiatori indossino maschere su aerei, navi, treni, metropolitane, autobus, taxi e viaggi – azioni e presso snodi di trasporto come aeroporti, terminal di autobus o traghetti, stazioni ferroviarie e della metropolitana e porti marittimi.

Il suo predecessore, il presidente Donald Trump, ha respinto le richieste delle agenzie di sanità pubblica statunitensi di imporre i requisiti in transito, anche se le compagnie aeree e alcuni altri mezzi di trasporto avevano richiesto le mascherine.

Il mese scorso, il procuratore generale del Texas Ken Paxton ha citato in giudizio l’amministrazione Biden per il mandato della maschera di trasporto.

READ  All'inizio litigavano per le maschere. Poi sopra l'anima della città.

“Allo stesso modo, le leggi sulle cinture di sicurezza hanno tolto la ‘libertà’ di scegliere di guidare (o volare) senza cintura di sicurezza, ma perdere quella scelta non è stato un danno irreparabile”, ha detto il Dipartimento di Giustizia in risposta, aggiungendo che la corte dovrebbe respingere la causa di Paxton.

Registrati ora per un accesso illimitato GRATUITO a Reuters.com

Reporting di David Shepardson Montaggio di Chizu Nomiyama, Jonathan Oatis e Aurora Ellis

I nostri standard: I principi di fiducia di Thomson Reuters.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.