Il giudice ordina che l’Ambassador Bridge sia autorizzato; Il premier dell’Ontario Doug Ford dichiara lo stato di emergenza durante le proteste dei camion “Freedom Convoy”.

Geoffrey Morawetz, giudice capo della Corte superiore dell’Ontario, ha concesso ai manifestanti fino alle 19:00 per porre fine al blocco all’Ambassador Bridge tra Windsor, Ontario e Detroit, il valico più trafficato al confine tra Stati Uniti e Canada e una via di rifornimento vitale tra le case automobilistiche di entrambe le parti. Non è stato subito chiaro cosa sarebbe successo alle 19:00

Venerdì scorso, il premier dell’Ontario Doug Ford ha dichiarato lo stato di emergenza nella provincia e avrebbe cercato di imporre multe salate e pene detentive per le persone che hanno continuato a ostruire autostrade e ponti.

“Siamo ormai a due settimane dall’assedio della città di Ottawa”, ha detto Ford, il cui governo ha una certa giurisdizione sulla capitale, in una conferenza stampa. «Lo chiamo assedio perché è quello che è. È un’occupazione illegale. Questa non è più una protesta”.

Ma nelle ore successive, poco sembrava essere cambiato nelle strade bloccate di Ottawa, dove i manifestanti hanno tenuto feste da ballo tra convogli di camion e la polizia è intervenuta solo per dirigere il traffico e distribuire i biglietti ad alcuni veicoli parcheggiati illegalmente. Un autista ha detto di aver ricevuto un biglietto per 80 dollari canadesi.

Il primo ministro Justin Trudeau ha avvertito che le conseguenze per i manifestanti stanno “diventando sempre più gravi”.

“Non vuoi finire per perdere la tua licenza, finire con una fedina penale, che avrà un impatto sul tuo lavoro, sul tuo sostentamento, persino sulla tua capacità di viaggiare a livello internazionale, compresi gli Stati Uniti”, ha detto in una conferenza stampa.

Ford ha detto che avrebbe convocato il suo gabinetto e “emanerà urgentemente ordini che renderanno chiarissimo che è illegale e punibile bloccare e impedire la circolazione di merci, persone e servizi lungo le infrastrutture critiche”. Ha avvertito di sanzioni fino a $ 78.000 e un anno di carcere.

READ  Discorso del governatore: Joe Biden fa rari complimenti a Donald Trump

Lo stato di emergenza iniziale doveva durare 42 ore. Il gabinetto prevedeva di incontrarsi sabato per discutere ulteriori emendamenti, ha detto il procuratore generale dell’Ontario Sylvia Jones.

Trudeau ha detto di aver parlato con il presidente Biden venerdì mattina in merito ai blocchi, alla presenza di americani, all ‘”allagamento delle linee 911 con sede negli Stati Uniti a Ottawa” e all’afflusso di denaro straniero per aiutare a finanziare le proteste.

“Vediamo che quasi la metà dei finanziamenti attraverso alcuni portali che sta fluendo verso le barricate qui in Canada proviene dagli Stati Uniti”, ha detto, ma non ha fornito maggiori dettagli. Ha detto che lui e Biden erano d’accordo “che per la sicurezza delle persone e dell’economia, questi blocchi non possono continuare”, ha detto.

Trudeau ha anche affermato di essere rimasto riluttante a schierare truppe contro i manifestanti. “L’uso delle forze armate contro le popolazioni civili in Canada o in qualsiasi altra democrazia è qualcosa da evitare a tutti i costi”, ha affermato. “Ecco perché la soluzione in questo momento è focalizzata sulle forze di polizia”.

I residenti di Ottawa come Joycelyn Sinclair Bates hanno dovuto fare i conti con clacson e gas di scarico incessanti mentre le dimostrazioni anti-vaccino si trascinavano. (Zoeann Murphy, Drea Cornejo / The Washington Post)

I manifestanti rintanati nei camion continuano a paralizzare parti del centro di Ottawa e bloccare l’Ambassador Bridge, nonché i valichi di Coutts, Alberta, ed Emerson, Manitoba. Quella che era iniziata come una protesta contro le regole in entrambi i paesi che richiedevano ai camionisti di essere completamente vaccinati per attraversare il confine si è trasformata in un movimento molto più ampio contro le restrizioni pandemiche in generale e altre denunce. Alcuni manifestanti hanno chiesto la rimozione del primo ministro Justin Trudeau, rieletto per un terzo mandato a settembre, e lo scioglimento del Parlamento.

Il ministro della salute canadese, Jean-Yves Duclos, ha twittato venerdì che le autorità stavano “esaminando attivamente” le misure di frontiera e che ulteriori dettagli sarebbero stati condivisi “già la prossima settimana”. Theresa Tam, responsabile della sanità pubblica canadese, ha affermato che “il Canada ha superato il picco dell’onda Omicron”, secondo Notizie globali del Canada.

READ  Sidney Poitier è morto all'età di 94 anni

Come la la crisi si è approfondita Questa settimana, i funzionari negli Stati Uniti hanno chiesto alle loro controparti canadesi di tenere sotto controllo le manifestazioni.

Gli impatti delle proteste si sono fatti sentire su entrambi i lati del confine. La Camera di Commercio degli Stati Uniti ha avvertito giovedì che il blocco dell’Ambassador Bridge si stava “aggiungendo alle notevoli tensioni della catena di approvvigionamento per i produttori e altre attività”. Le case automobilistiche Ford e General Motors hanno dichiarato di aver tagliato la produzione e annullato i turni in alcuni siti. Un avvocato che rappresenta l’Associazione canadese dei produttori di componenti per autoveicoli ha dichiarato venerdì alla corte dell’Ontario che il costo stimato per l’economia era di quasi 40 milioni di dollari al giorno.

I residenti esprimono frustrazione per il rumore mentre il “Freedom Convoy” occupa le strade del centro di Ottawa con un obiettivo in mente: fare in modo che Trudeau si dimetta. (Zoeann Murphy, James Cornsilk / The Washington Post)

Giovedì il segretario alla sicurezza interna Alejandro Mayorkas e il segretario ai trasporti Pete Buttigieg hanno esortato le loro controparti canadesi a “usare i poteri federali per risolvere questa situazione” e hanno offerto il sostegno dei loro dipartimenti, ha affermato la Casa Bianca. Il governatore del Michigan Gretchen Whitmer (D) ha detto che il suo messaggio era semplice: “Riaprire il traffico sul ponte”.

Ad Ottawa e al confine, finora la polizia ha evitato in gran parte di confrontarsi con i manifestanti. Ma “l’esasperazione pubblica sta crescendo”, ha avvertito Roland Paris, ex consigliere di politica estera di Trudeau.

Mentre i funzionari canadesi hanno affrontato come disperdere i manifestanti, hanno anche messo in guardia su “potenziale interferenza straniera”Compresi dai gruppi negli Stati Uniti.

“Sebbene queste proteste siano nostrane, stanno ricevendo un grande incoraggiamento da politici di destra, attivisti conservatori di spicco e personalità dei media negli Stati Uniti”, ha affermato Paris, professore di affari internazionali all’Università di Ottawa.

READ  40 La migliore il materasso memory del 2022 - Non acquistare una il materasso memory finché non leggi QUESTO!

Donald Trump ha affermato la scorsa settimana che “mancati folli di covid” stavano distruggendo il Canada.

Alcuni camionisti statunitensi hanno detto che invieranno due convogli questo fine settimana a un quarto valico di frontiera, ha riferito Reuters, in segno di sostegno ai manifestanti canadesi. Il trafficato Peace Bridge, che collega Buffalo e Fort Erie, in Ontario, funge da gateway da New York a Toronto.

La polizia di Ottawa ha detto giovedì che c’è stato uno “sforzo concertato per inondare il nostro servizio di emergenza sanitaria e la linea di segnalazione non di emergenza”. Molte di quelle “chiamate eccessive” provenivano da indirizzi negli Stati Uniti, ha detto il capo della polizia Peter Sloly.

La polizia di Ottawa ha effettuato 25 arresti legati alle manifestazioni con l’accusa di malizia e comportamento minaccioso. “Faremo in modo che coloro che sono responsabili affronteranno le conseguenze”, ha detto Sloly. “Sappiamo che i residenti di Ottawa sono arrabbiati. Sappiamo che sei stanco”.

Il blocco dell’Ambassador Bridge è iniziato all’inizio di questa settimana e due piccoli valichi di frontiera – a Coutts in Alberta, che si collega al Montana, ed Emerson, tra Manitoba e North Dakota – da allora sono stati “chiusi” da manifestanti e veicoli, ha detto la polizia.

Le manifestazioni canadesi hanno tirato supporto internazionale e ha ispirato proteste simili in Europa e in Australia. Autorità dentro Parigi e Bruxelles hanno detto che avrebbero cercato di impedire ai convogli pianificati di entrare in quelle città durante il fine settimana.

Miriam Berger ha contribuito a questo rapporto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.