Il quarto vaccino contro il COVID aumenta la resistenza a malattie gravi nelle persone sopra i 60 anni: Israele

GERUSALEMME (Reuters) – La quarta dose del vaccino Covit-19 somministrata alle persone di età superiore ai 60 anni in Israele ha sviluppato un’immunità tre volte più grave rispetto a quelle vaccinate tre volte alla stessa età, ha affermato domenica il ministero della Salute israeliano.

Il ministero ha affermato che la quarta dose, o secondo richiamo, era due volte più efficace contro le infezioni nelle persone di età superiore ai 60 anni rispetto a quelle che hanno ricevuto tre vaccini.

In uno studio iniziale pubblicato lunedì scorso dallo Sheba Medical Center israeliano, il quarto colpo ha aumentato gli anticorpi a più di un terzo, ma “probabilmente” non è riuscito a prevenire completamente la variante omigran altamente contagiosa.

Israele ha iniziato a fornire la quarta dose del vaccino Pfizer / BioNtech a persone di età superiore ai 60 anni all’inizio di questo mese come Omicron a livello nazionale.

Domenica il ministero ha condotto un’indagine su diverse importanti università israeliane e sullo Sheba Center, confrontando 400.000 persone di età superiore ai 60 anni a cui è stata data una seconda possibilità quattro mesi fa con 600.000 persone che hanno ricevuto un secondo incentivo.

Come altrove, Israele ha assistito a un’ondata di casi di COVID-19 a causa di Omicron. Ma non ha registrato decessi per la variante.

(Rapporto di Jeffrey Heller; Montaggio di Andrew Cowthorn e Francis Kerry)

READ  Olimpiadi 2022 in diretta: ultimo conteggio delle medaglie, notizie su hockey e sci

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.