La CIA afferma che la “Sindrome dell’Avana” non è il risultato di una campagna globale da parte di forze ostili

In una nuova valutazione dell’intelligence, la CIA ha respinto quelli che sono noti come segni misteriosi Sindrome dell’Avana Sei persone hanno commentato la questione a seguito di una persistente campagna globale da parte di una forza ostile che ha preso di mira centinaia di diplomatici e spie statunitensi, ha riferito NBC News.

Dei quasi due dozzine di casi, compresi quelli che sono comparsi all’ambasciata americana all’Avana dal 2016, l’agenzia non ha potuto escludere un coinvolgimento straniero. Un altro gruppo di casi è considerato irrisolto. Ma in centinaia di casi di possibili sintomi, l’agenzia ha trovato interpretazioni alternative credibili, affermano le fonti.

La CIA ha rifiutato di commentare.

L’idea che i sintomi di una diffusa lesione cerebrale siano stati danneggiati o raccolto informazioni dagli americani in Russia o da un’altra potenza straniera che prende di mira gli americani in tutto il mondo è infondata, affermano le fonti.

Quelle fonti hanno affermato che coloro che hanno manifestato possibili sintomi della sindrome dell’Avana e quelli descritti nella valutazione hanno espresso profonda delusione. Alcuni hanno sottolineato che i risultati della CIA sono considerati una valutazione provvisoria e non sono stati coordinati con altre agenzie, incluso il Dipartimento della Difesa.

“La CIA ha attaccato da sola”, ha detto una persona dei risultati.

In una dichiarazione, la giuria che rappresenta i funzionari statunitensi che ha segnalato gli incidenti sospetti ha affermato: “Il rapporto appena pubblicato dalla CIA può essere intitolato ‘Medievale’ e talvolta può aprire la porta ad alcune spiegazioni alternative, ma al pubblico devoto, compresi i dipendenti, le loro famiglie e i loro colleghi, l’anello finale e del rifiuto.

READ  40 La migliore vogatore remi del 2022 - Non acquistare una vogatore remi finché non leggi QUESTO!

“Abbiamo motivo di credere che il rapporto intermedio non rappresentasse nemmeno il consenso dell’intera CIA”, ha affermato l’Havana Syndrome Advocacy Group, che “riflette le opinioni di una sottocommissione di funzionari più interessati all’accordo e alla chiusura”.

Tuttavia, non sorprende che molti dei recenti eventi che l’amministrazione Biden chiama “incidenti sanitari irregolari” abbiano spiegazioni credibili e estranee a possibili atti ostili. Quando le agenzie governative hanno iniziato a sollecitare qualsiasi dipendente a segnalare un mal di testa e vertigini inspiegabili, era inevitabile che molti casi non si applicassero ai parametri trovati dai medici negli ambasciatori e nelle spie con lesioni cerebrali.

“Anche due dozzine di casi sarebbero molti casi se gli americani venissero attaccati”, ha detto una persona dei risultati.

Le autorità hanno affermato che c’è un serio sforzo di raccolta e analisi di informazioni per risolvere quei casi.

Dalla fine del 2016, gli ambasciatori e le spie statunitensi che lavorano a Cuba hanno iniziato a segnalare strani suoni ed emozioni, seguiti da sordità e perdita della vista, problemi di memoria ed equilibrio e malattie e sintomi inspiegabili, inclusi mal di testa e nausea.

Nel corso degli anni, centinaia di funzionari statunitensi si sono offerti volontari per segnalare incidenti sospetti in dozzine di paesi, riporta NBC News.

Funzionari dell’intelligence statunitense hanno detto a NBC News 2018 Considera la Russia un sospettato chiave Alcuni di loro lo vedono come un attacco deliberato contro ambasciatori e funzionari della CIA all’estero. Ma nei tre anni seguenti, le agenzie di intelligence non hanno rivelato prove sufficienti per indicare la causa degli incidenti sanitari o il colpevole.

L’Accademia nazionale delle scienze, dell’ingegneria e della medicina ha affermato in un rapporto nel 2020 che alcune delle lesioni cerebrali osservate erano coerenti con gli effetti dell’energia a microonde diretta, che la Russia aveva studiato a lungo.

READ  40 La migliore casette da giardino del 2022 - Non acquistare una casette da giardino finché non leggi QUESTO!

La Russia ha costantemente negato qualsiasi coinvolgimento.

La National Academy of Sciences riferisce che un gruppo di esperti medici e scientifici che ha esaminato i sintomi di più di 40 dipartimenti governativi e altri dipendenti del governo ha concluso che nulla di simile era mai stato documentato prima nella letteratura medica. Molti hanno riferito di aver sentito rumori forti, pressione nella testa e successivamente vertigini, andatura instabile e problemi di vista. Molti hanno sperimentato effetti debilitanti a lungo termine.

I funzionari statunitensi hanno da tempo affermato di non poter dire con certezza se si trattasse di attacchi deliberati o il risultato di attività umane.

Ma personalmente, il direttore della CIA William Burns ha definito questi incidenti come attacchi. Durante un viaggio a Nuova Delhi nel 2020, un assistente di Burns soffriva di sintomi.

Tuttavia, fonti affermano che Burns e Avril Haynes, direttrice della National Intelligence Agency, concordano con i risultati.

Il rapporto della CIA mira ad affrontare una preoccupazione che si è intensificata man mano che sempre più casi sono stati segnalati: centinaia di americani sono stati feriti in dozzine di paesi mentre evitavano il rilevamento degli Stati Uniti da parte di un nemico americano.

Funzionari statunitensi hanno insistito sul fatto che il rapporto intermedio non è la decisione finale della più ampia amministrazione Biden o dell’intera comunità dell’intelligence. Il Consiglio di sicurezza nazionale della Casa Bianca ha convocato una task force composta da esperti medici e scientifici per studiare la sindrome dell’Avana e si prevede che rilascerà alcuni risultati in futuro, hanno affermato i funzionari. Le autorità affermano che il Dipartimento della Difesa, l’FBI e il Dipartimento di Stato stanno ancora lavorando per determinare l’origine della malattia e come mitigarla.

READ  Il Museo di Storia Naturale ha identificato più di 500 nuove specie entro il 2021 | Museo di Storia Naturale

Invece, i funzionari hanno affermato che il rapporto provvisorio della CIA si è concentrato strettamente sul numero di incidenti che si ritiene siano stati causati da un attore straniero.

Tuttavia, il rapporto segna un cambiamento significativo nel tono dell’amministrazione Biden, che ha creato un punto che dimostra che prende gli eventi più sul serio di quanto non abbia fatto l’amministrazione Trump e ha ripetutamente sottolineato la necessità di prendere sul serio le vittime. Il segretario di Stato Anthony Blingen, Nei commenti su MSNBC la scorsa settimanaHa ricordato l’incontro con il personale del ministero degli Esteri che si era fatto avanti per denunciare gli incidenti.

“Li ho ascoltati. Li ho ascoltati. Non puoi sorprenderti di come questi incidenti abbiano sconvolto le loro vite e il loro benessere”, ha detto Blinken. “Facciamo tutto il possibile per mantenerli”.

Il Dipartimento di Stato non ha risposto a una richiesta di commento.

Funzionari statunitensi hanno affermato che il rapporto della CIA non cambierà l’approccio più ampio dell’amministrazione Biden alla sindrome dell’Avana, inclusa la rimozione dello stigma, l’incoraggiamento del personale a segnalare incidenti sospetti e la garanzia di cure mediche adeguate per le vittime.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.