La Corte Suprema della Carolina del Nord annulla le nuove mappe dei sondaggi :: WRAL.com

La Corte Suprema della Carolina del Nord venerdì ha revocato le nuove mappe elettorali approvate dai repubblicani a novembre, ordinando loro di aiutare i democratici nel ciclo elettorale del 2022 e impedire ai repubblicani di espandere i loro poteri alla Camera degli Stati Uniti e all’Assemblea generale della Carolina del Nord.

L’Alta Corte ha diviso la decisione 4-3 per motivi di partito – ribaltando una sentenza del tribunale di grado inferiore il mese scorso, confermando le mappe e risolvendo una questione che pendeva in relazione alle elezioni primarie – che il sistema giudiziario era già troppo tardi per chiedere. Sfida dai gruppi di voto.

Le mappe che delineano i distretti congressuali e legislativi dello stato erano fortemente a favore del GOP, che dovrebbe vincere 10 o 11 dei 14 seggi della Camera degli Stati Uniti. Le mappe, disegnate dalla maggioranza del GOP nella legislatura, hanno anche dato ai repubblicani le migliori possibilità di ottenere una maggioranza a prova di veto alla Camera di Stato e al Senato.

Quattro Democratici hanno registrato al vertice dello stato che “quando un elettorato distrettuale rende un piano distrettuale più difficile di un altro gruppo che seleziona la maggioranza al governo, l’Assemblea Generale viola il diritto fondamentale di quell’elettore di votare incostituzionalmente”. La corte ha scritto nel loro ordine.

La corte ha stabilito che i repubblicani devono presentare nuove schede elettorali al tribunale di grado inferiore entro le 17:00 del 18 febbraio. Le mappe devono poi essere approvate da una giuria di tre giudici a mezzogiorno del 23 febbraio. Nel tempo, i giudici lavoreranno alla selezione di un piano se non vengono presentati i nuovi confini legislativi e congressuali.

READ  Timori che l'inflazione crescerà Borse stabili, titoli in rialzo

Senato dello Stato della Repubblica della Carolina del Nord occidentale. Ralph Heiss, che ha guidato il processo di estrazione, ha criticato la decisione della corte, sostenendo che i giudici avevano stabilito un precedente e che sarebbe stato difficile rilassarsi. Hisa, uno dei tanti leader repubblicani citati nella causa intentata dai gruppi per i diritti degli elettori, ha affermato che le mappe del GOP violano il diritto della Carolina del Nord a libere elezioni e alla parità di protezione ai sensi della legge.

“Giudici democratici, avvocati e attivisti hanno lavorato insieme per trasformare la Corte Suprema in un organo decisionale per imporre le loro opinioni politiche”, ha affermato His in una nota.

La sentenza della Corte Suprema statale afferma che i funzionari elettorali dovrebbero aspettarsi che i distretti siano finalizzati entro il 23 febbraio e le elezioni primarie previste per il 17 maggio.

“Lavoreremo secondo il programma e gestiremo le elezioni nei nuovi distretti”, ha affermato Pat Cannon, portavoce del consiglio elettorale statale.

Il presidente repubblicano Tim Moore, che è stato nominato nel caso, ha affermato in una dichiarazione che “l’opinione della maggioranza non si basa sulla legge, sui precedenti o sulla storia dello stato, ma sulle preferenze politiche di 4 dei 7 giudici”.

In una dichiarazione, il leader repubblicano della Carolina del Nord Michael Wadley ha dichiarato: “Siamo profondamente delusi dal fatto che i quattro democratici alla Corte Suprema abbiano scelto la necessità politica di invalidare le mappe disegnate dall’Assemblea generale della NC. Questo è palese. Contraddice direttamente”.

Il presidente della Corte Suprema repubblicana Paul Newby non è d’accordo, affermando che elettori e legislatori dovrebbero escludere una definizione discriminatoria. Anche i suoi colleghi del GOP, il giudice Bill Berger Jr. – figlio del senatore Bill Berger, che è stato nominato nel caso – e il giudice Tamara Beringer si sono opposti alla decisione della corte.

READ  40 La migliore la miglior cuccia per cani del 2022 - Non acquistare una la miglior cuccia per cani finché non leggi QUESTO!

“Fino a quando le persone non cambiano la legge per limitare o vietare la pratica del jerimandering discriminatorio, questo tribunale è privo di uno standard legale soddisfacente o gestibile, e quindi dovrebbe rifiutarsi di risolvere tale richiesta”, ha scritto Newby.

I Democratici di Stato e i leader di partito hanno affermato che la sentenza aiuterà a proteggere il diritto di voto dei residenti.

“Una sana democrazia richiede libere elezioni, ed è giusto che la Corte Suprema della Carolina del Nord ordini il ridisegno dei distretti incostituzionali”, ha affermato il governatore Roy Cooper in una nota. “

L’Alta Corte ha dato il via libera alle elezioni suppletive rinviate a dicembre. La corte ha aggiornato il deposito del candidato di 10 settimane dall’8 marzo al 17 maggio per garantire che il caso potesse essere seguito dalla magistratura. Il mese scorso una giuria della Wake County High Court ha deciso all’unanimità di mettere insieme le mappe, inclusi due repubblicani e un democratico.

Sebbene abbiano trovato prove di una “ridefinizione discriminatoria filo-repubblicana” che potrebbe produrre risultati elettorali “incompatibili con i principi democratici”, i giudici della Corte Suprema hanno stabilito di non avere giurisdizione sul potere di redazione del legislatore.

La Corte Suprema dello Stato ha quindi deciso di accelerare l’udienza del ricorso delle commissioni di voto.

La questione principale nel caso della ridefinizione era se i legislatori del GOP avessero disegnato la mappa del voto per elevare il loro potere politico. Invece, l’obiettivo era se i tribunali statali fossero autorizzati a fare qualcosa al riguardo.

I gruppi per i diritti di voto che contestano le mappe hanno affermato che i confini tracciati dai repubblicani violano i diritti dei residenti ai sensi della costituzione statale per elezioni libere e pari protezione ai sensi della legge.

READ  40 La migliore casseforti a muro del 2022 - Non acquistare una casseforti a muro finché non leggi QUESTO!

Allison Ricks, uno degli avvocati dei querelanti, ha sostenuto in tribunale questa settimana che le mappe diluirebbero il potere di voto delle minoranze etniche, in particolare degli elettori neri che scelgono i democratici.

Venerdì, Ricks ha affermato che la sentenza del tribunale è stata “una chiara vittoria per gli elettori neri della Carolina del Nord che sono stati i più colpiti da questa estrema discriminazione, Jerrymonder”.

I repubblicani hanno affermato che gli elettori neri non sono un monolito e che non hanno utilizzato dati etnici per disegnare mappe.

L’avvocato Bill Strauss, in rappresentanza dei legislatori del GOP, ha affermato in tribunale che “non è stato utilizzato alcun dato razziale, quindi non è stato possibile discriminare le minoranze”.

Newby, uno dei soli tre repubblicani ad aver presentato istanza all’Alta Corte, è intervenuto durante la discussione orale. Ha osservato che le elezioni “giuste” non erano aperte al pubblico.

Strauss ha affermato che le disposizioni della costituzione statale sulle libere elezioni e sulla parità di protezione non parlavano di jerimandering discriminatorio. Ha avvertito quattro giudici democratici della Corte Suprema dello stato che se avessero attaccato le mappe avrebbero potuto vederli approvare la legislazione dal tribunale. Newby acconsentì nella sua smentita.

“Le esigenze della maggioranza sono molto vaghe e consentiranno solo a questa corte di determinare in definitiva la natura costituzionale di un piano”, ha scritto Newby. “Con questa sentenza, la maggioranza va oltre il tradizionale processo decisionale giudiziario a favore di una modifica giudiziale della Costituzione”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.