La più grande bufera di neve del Medio Atlantico degli anni inizia nella prima settimana del 2022

La più grande bufera di neve atlantica dal 2019 inizierà nella prima settimana completa del nuovo anno, con possibili nevicate fino a un piede in alcune parti della Virginia, del Maryland, del Delaware e del sud del New Jersey.

A partire da lunedì mattina, 29 milioni di persone erano in allerta invernale dalla Georgia settentrionale a Cape Cod.

Sono state segnalate nevicate per tutta la notte da domenica a lunedì nel nord dell’Alabama, nel nord della Georgia, in gran parte del Tennessee e nel sud della Florida.

Lunedì pomeriggio erano già stati segnalati temporali in Alabama, Tennessee, North Carolina, Virginia e Maryland.

Centinaia di migliaia di clienti hanno perso la corrente lunedì, inclusi più di 344.000 in Virginia e 166.000 in North Carolina, secondo PowerOutage.us, che raccoglie dati sulle applicazioni negli Stati Uniti.

Più di 85.000 clienti in Georgia e più di 75.000 clienti nella Carolina del Sud non hanno segnalato elettricità fino alle 12:00 ET.

Durante la prima metà della giornata di lunedì, si prevede che la neve sarà a volte abbondante, compresa tra 1 e 4 pollici all’ora, portando a un rapido accumulo sulle strade durante l’ora di punta mattutina.

Mentre la tempesta si sposta verso il mare, Cape Cod ridurrà le nevicate, ma questa volta Boston non avrebbe dovuto vedere la neve dal sistema.

Bobby Smith pavimenta il marciapiede il 3 gennaio 2022 ad Annapolis, MD. Susan Walsh / AB

Ci possono essere da 3 a 6 pollici di neve dal South Virginia attraverso East Long Island. Sono previste taglie pesanti che vanno da 6 a 12 pollici in una zona che si estende dal centro della Virginia (area di Fredericksburg) al sud del New Jersey (Atlantic City).

READ  John Madden, il famoso conduttore della NFL e allenatore vincitore del Super Bowl, è morto all'età di 85 anni

Gioco del miglio.

Si prevede che le nevicate totali saranno nel sud della Pennsylvania, nel centro/nord del New Jersey e in parti di New York City. Qui è previsto un netto calo delle nevicate a mezzogiorno di lunedì. Questi stretti pendii di ghiaccio determineranno la quantità di neve disponibile per Filadelfia e New York City.

In altre parole, una distanza di appena 20 miglia rappresenta la differenza tra nevicate e polvere.

Oltre a occasionali forti nevicate, in alcune parti del Mid-Atlantic, in particolare nel New Jersey meridionale, sono state previste velocità del vento fino a 40 mph, che potrebbero portare a condizioni di bufera di neve e interruzioni di corrente.

Grandi ritardi nei viaggi verso i principali centri situati a Washington, Filadelfia e New York.

Tempo e totale.

Washington: da 4 a 8 pollici

Se la neve a Washington sarà superiore a 6 pollici da questa mattina fino a mezzogiorno, allora Chicago (6 “) e Denver (5,9”) avranno più neve in questa stagione che mai.

Filadelfia: da 2 a 4 pollici

Forti nevicate dalle 9:00 alle 12:00, poiché Filadelfia si trova all’estremità settentrionale della tempesta, c’è molta incertezza nelle loro previsioni.

New York: da 1 a 3 pollici

Con nevicate da leggere a moderate dalle 12:00 alle 15:00, New York City si trova anche all’estremità settentrionale della tempesta, quindi c’è molta incertezza su come sarà la Grande Mela.

Atlantic City: da 6 a 10 pollici

Forti nevicate con venti fino a 40 mph che soffiano dalle 11:00 alle 16:00 possono portare a condizioni di bufera di neve.

Questo sistema dinamico di tempeste ha anche forti temporali.

Lunedi mattina, forti temporali hanno sferzato la Carolina orientale a sud della bufera di neve del Medio Atlantico.

READ  'SM. Marvel 'Trailer: il primo supereroe musulmano del MCU debutta su Disney +

Lunedì mattina era in atto un monitoraggio degli uragani per città come Myrtle Beach e Cape Hatteras, dove forti temporali potrebbero danneggiare uragani isolati e venti che soffiano attraverso la Carolina dell’Est. Preoccupano anche gli allagamenti improvvisi.

Per aggiungere ancora più shock alla più grande tempesta di neve dell’anno, il fine settimana è arrivato con la neve come il caldo primaverile.

Dopo un massimo di 70 anni nel sud-est domenica e un massimo di 60 anni nel Medio Atlantico e nel nord-est, lunedì ci sarà un freddo massimo di 20-30 gradi.

Queste temperature estremamente fredde possono congelare le strade bagnate dal lunedì sera al martedì mattina, causando preoccupazioni sulle strade.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.