Le azioni affondano a causa del rally delle materie prime che si sono “sciolte” mentre la guerra scuote i mercati

  • Lo “scioglimento” delle merci continua, alla pari del 1915
  • Le azioni europee sprofondano nel territorio di correzione
  • L’euro si dirige verso la settimana peggiore rispetto ai dollari in quasi 2 anni
  • Greggio intorno al livello più alto in un decennio
  • Le tensioni emergono nel mercato monetario

LONDRA, 4 marzo (Reuters) – Le azioni sono scese ai minimi da un anno in Europa venerdì quando obbligazioni, materie prime e greggio sono aumentati mentre gli investitori si sono messi al riparo di fronte all’escalation della guerra in Ucraina, con la Russia che si è impossessata di una grande centrale nucleare. Per saperne di più

La disfatta delle azioni asiatiche ed europee avrebbe dovuto estendersi a Wall Street, con i futures sugli indici azionari statunitensi in calo di circa lo 0,7%.

Lo STOXX (.STOXX) l’indice di 600 società europee è sceso del 3% a 424 punti, i livelli più bassi dalla fine di marzo dello scorso anno, lasciando il benchmark in calo del 14% in territorio di correzione, il che significa 10% o più al di sotto del suo record di gennaio.

Registrati ora per un accesso illimitato GRATUITO a Reuters.com

Banche della zona euro (.SX7E)le cui esposizioni verso la Russia sono sotto stretta osservazione, è scesa del 5%.

L’indice azionario MSCI All Country (.MIWD00000PUS) ha perso l’1% a 684 punti, in calo di poco più del 10% per l’anno.

Le preoccupazioni su come l’invasione russa dell’Ucraina si svilupperà increspate tra le classi di attività, con una misura attentamente osservata dello stress del mercato monetario e delle condizioni di finanziamento in dollari che saliranno al livello più alto da maggio 2020, riflettendo un aumento del rischio che le banche accumulino il biglietto verde e quindi comprimano la liquidità.

READ  Harris avverte Martin Luther King, Jr. è "sotto attacco" poiché la famiglia e gli attivisti onorano MLK

I rendimenti dei titoli di stato della zona euro sono scesi e l’euro era pronto per il suo più grande calo settimanale in sette anni rispetto al franco svizzero e per scendere ai livelli visti a maggio 2020 rispetto al dollaro poiché gli investitori temevano che i prezzi più elevati delle materie prime intaccherebbero la crescita dell’Unione europea. Per saperne di più

“Mostra quanto siano ombrose le cose e non siamo in tempi normali”, ha affermato Mike Kelly, capo del multi-asset globale di PineBridge Investments.

Con un aumento del tasso di interesse di 25 punti base da parte della Federal Reserve alla fine di questo mese, dati economici quasi certi come i libri paga non agricoli statunitensi venerdì prima che la campana di apertura di Wall Street passassero in secondo piano, ha affermato Michael Hewson, analista capo dei mercati ai mercati CMC.

“Hai un rischio di inflazione crescente, hai un’enorme incertezza su cosa accadrà dopo sul fronte dei titoli di testa e un presidente russo che non escluderebbe le armi nucleari – questo è uno scenario piuttosto tossico”, ha detto Hewson.

fRAOIS

PRODOTTI ‘MELT-UP’

BofA ha affermato che l’indice delle materie prime CRB ampiamente tracciato ha visto il suo inizio anno più forte dal 1915 tra le preoccupazioni per le forniture dalla Russia, uno dei maggiori esportatori mondiali di materie prime. Per saperne di più

“Stiamo assistendo allo ‘scioglimento’ delle merci continuare senza alcun segno di interruzione”, ha scritto ED&F Man Capital Markets in una nota.

Il petrolio greggio, che ha raggiunto il suo livello più alto in un decennio questa settimana, è stato fissato per i suoi guadagni settimanali più forti dalla metà del 2020, mentre il mais ha raggiunto il massimo da 10 anni, con i futures sul grano in aumento del 40% sulla settimana.

L’alluminio ha toccato un record a Londra e si sta dirigendo verso il suo più grande guadagno settimanale mai registrato tra i timori di una compressione del metallo dalla Russia. Il nichel ha raggiunto un massimo di 11 anni per ragioni simili.

“Le persone sono entrate in questa situazione pensando che le materie prime ne avessero già abbastanza di una corsa, ma la guerra ha aggiunto una nuova prospettiva di vita”, ha detto Kelly di PineBridge

“L’inflazione alle stelle è ciò che la gente teme e la migliore copertura per questo è l’energia e i metalli industriali”, ha detto Kelly.

Sul fronte dei dati economici, il rapporto sull’occupazione statunitense di venerdì dovrebbe mostrare un altro mese di forte crescita dell’occupazione, con un’ondata di infezioni varianti di Omicron COVID-19 significativamente diminuita.

capitalizzazione del mercato azionario mondiale

AZIENDA DEL GREZZO E DELL’ORO

Gli investitori hanno cercato rifugio nei titoli del Tesoro statunitensi, un rifugio sicuro, spingendo i rendimenti dei rendimenti di riferimento a 10 anni a 1,7854%.

I prezzi del petrolio si sono rafforzati, con il mercato anche concentrato sulla possibilità che i produttori OPEC +, tra cui Arabia Saudita e Russia, aumenterebbero la produzione da gennaio.

I future sul greggio Brent per maggio sono aumentati del 2% a 112,59 dollari al barile.

Anche i prezzi dell’oro sono aumentati venerdì, osservando il loro miglior guadagno settimanale da maggio 2021. L’oro spot ha guadagnato lo 0,6% a $ 1.947.

READ  Monitoraggio tempeste invernali, allerte in Maryland

Il più ampio indice MSCI di azioni Asia-Pacifico escluso il Giappone (.MIAPJ0000PUS) è crollato dell’1,5% a 585,6, il livello più basso da novembre 2020, portando le perdite da inizio anno al 7%.

I mercati azionari di tutta l’Asia erano in un mare di rosso, con il Giappone (.N225) perdendo il 2,2%, la Corea del Sud l’1,1%, la Cina (.SSEC) 0,9% e Hong Kong 2,5% mentre l’Australia ricca di materie prime (.AXJO) era in calo dello 0,6%.

Flussi di fondi obbligazionari globali nella settimana terminata il 2 marzo
Registrati ora per un accesso illimitato GRATUITO a Reuters.com

Segnalazioni di Anshuman Daga, Saikat Chatterjee e Sujata Rao; Montaggio di Edwina Gibbs, Sam Holmes e Chizu Nomiyama

I nostri standard: I principi di fiducia di Thomson Reuters.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.